-->

sabato 25 dicembre 2010

Kno, un dual-screen basato su Ubuntu

Kno, un dual-screen basato su Ubuntu, è stato lanciato qualche settimana fa.
Presentato all'inizio di quest'anno in occasione della conferenza D8 in California, il tablet Kno è progettato per sostituire libri di testo e quaderni con un unico strumento.
Allegato a Kno, ci sarà Kno Bookstore, un negozio online accessibile dal Kno dove gli studenti potranno acquistare libri di testo ad un prezzo notevolmente inferiore a quello fisico.
Kno è disponibile in due versioni: quella a libro, con due schermi, ciascuno poco meno di un formato a4, o una singola schermata.

La buona notizia è che Kno gira con Ubuntu 9.10. (da notare infatti la sua notevole velocità e la durata della batteria che arriva fino a 6 ore).

Nella foto qui sotto ci sono i prezzi:

Qui, invece, possiamo osservare Kno in azione grazie ad un video:

Buon Natale!


Buon Natale a tutti i lettori di Galaxy!

lunedì 20 dicembre 2010

Ubuntu@Fermo




Il FermoLUG, il Linux User Group di Fermo, nelle marche, organizza per il prossimo 22 gennaio un evento interamente dedicato ad Ubuntu. La manifestazione si svolgerà nel Centro Congressi di San Martino, nelle vicinanze di Piazza del Popolo. All'evento parteciperanno anche dei membri di ubuntu-it come Flavia Weisghizzi e Luca Ferretti, che presenteranno il loro nuovo libro "Linux 10.10 Guida Compatta", Paolo Sammicheli e (forse, anche se dopo quello successo in chat oggi non credo, [vedi rubrica "Accadde su IRC" della newsletter ubuntu] ) Salvatore Palma.
Nella manifestazione, fra i tanti punti in programma si parlerà anche delle novità di GNOME 3 e di sviluppo software. Il programma purtroppo non è stato ancora definito ma lo pubblicheremo appena rilasciato.
In questa pagina wiki ci sono tutte le informazioni utili per partecipare.
Il FermoLUG organizza inoltre pranzi e cene nelle giornate di Sabato e Domenica, per chi volesse trattenersi a Fermo. Per iscrivervi seguite la seguente pagina wiki.
Insomma, un'occasione da non perdere!

sabato 18 dicembre 2010

Annoiato della tua Home Page? Prova il brillante Ubuntu-ized


Creta da spideofdesign sul sito della Devian art, Ubuntu-ized è una pagina minimale, pratica e funziona come una normale pagina di ricerca Google. Solo che è più bella...

Per scaricarla andate qui.

Usare la pagina come Homepage
Estrai l'archivio scaricato in precedenza e spostalo in un luogo "sicuro" (dove non verra' mai eliminato!) All'interno della cartella seleziona il file hompage.html e aprilo all'interno del tuo browser. Puoi impostare la pagina come homepage attraverso le normali opzioni del tuo browser...

venerdì 17 dicembre 2010

Nuovo look di DockBarX


DockBarX, l'applet per le finestre, nel pannello di GNOME, si è recentemente aggiornata con un nuovo look e con alcune nuove caratteristiche.

Installare DockBarX 0.41
Su ubuntu vai in Applicazioni - Accessori e apri il terminale e digita le seguenti righe, una alla volta, inserendo la tua password dove richiesto:
sudo add-apt-repository ppa:dockbar-main/ppa
sudo apt-get update && sudo apt-get install dockbarx dockbarx-themes-extra

Clock Screenlet



Il 10 Dicembre è stato rilasciato un nuovo Screenlets "Clock".
Esso è un orologio in stile flip, da aggiungere negli Screenlets (installabile dal software center).
Esso si può anche ridimensionare senza problemi. Nell'immagine qui sopra è al 100%, 200% e 300% rispettivamente.
Potete scaricarlo qui, nel sito della GNOME-look.

mercoledì 15 dicembre 2010

Ubuntu in azione sul notebook Chrome CR-48

Nel notebook Google Chrome OS CR-48, è stato installata l'edizione Desktop di Ubuntu.

La procedura per ottenere Ubuntu installato e funzionante sul dispositivo non è affatto semplice come si potrebbe pensare. Essa richiede l'utilizzo di un altra macchina Linux a portata di mano con il chroot istruito per lo sviluppo di Chrome OS.

Nel video qui sotto potete vederlo in azione. I passi per ottenere Ubuntu in esecuzione sul dispositivo sono elencati qui.

martedì 14 dicembre 2010

Drag and drop in Unity

Nella barra "Unity", che arriverà con Ubuntu Natty Narwhal (vedi i post "Testando Ubuntu" per le immagini) è stata introdotta una nuova funzionalità. In pratica si potranno spostare le varie icone semplicemente, con il sistema Drag and Drop. Il video, girato da Kyle Baker, raffigura il tutto:



Signora Scuola

L'associazione ISI da anni sviluppa soluzioni per le scuole usando il software libero. Per  spiegare meglio gli scopi del progetto, l'associazione ha realizzato un video che illustra come trasformare una scuola in un "Signora Scuola" grazie ad un pinguino.
Eccovi il video:


Più ISI di così! Una storia di informatica a lieto fine from Alessandro Dentella on Vimeo.

domenica 12 dicembre 2010

MeMenu visualizzerà il nome completo in Natty


Poco tempo fa, c'è stata una discussione sul MeMenu in Natty per decidere cosa si dovrebbe visualizzare di default: il nome completo dell'utente (PaoloRotolo) il nome utente (paolo79).
Ebbene, in Natty, nella barra, verrà mostrato il proprio nome reale. (che viene chiesto all'installazione di Ubuntu.) Ovviamente sarà possibile tornare all'impostazione precedente o ad un altra digitando nel terminale le seguenti righe.
- Per rimuovere del tutto il nome dal MeMenù:
gconftool -s /system/indicator/me/display --type int 0

- Per visualizzare il nome completo:
gconftool -s /system/indicator/me/display --type int 2

- Per visualizzare il nome utente:
gconftool -s /system/indicator/me/display --type int 1

mercoledì 8 dicembre 2010

Effetto minimizzazione finestre MAC su Ubuntu

Vi è sempre piaciuto l'effetto del mac quando riduce le finestre?
Bene, potrete inserirlo anche nel vostro Ubuntu:
Aprite il terminale e digitate:
wget http://dl.dropbox.com/u/4022301/genie_compiz/genie_compiz
poi digitate ancora
chmod +x genie_compiz


Andare in Sistema > Preferenze > Aspetto > Effetti Visivi e impostare “Nessuno”
Digitate nel terminale
sudo ./genie_compiz
Tornate in Sistema > Preferenze > Aspetto > Effetti Visivi e impostare “Extra" o "Personalizzati".
Ora, se avete gia installato compiz procedete al prossimo passo. Se no digitate nel terminale:
sudo apt-get install compizconfig-settings-manager


Andate in Sistema > Preferenze > Gestione configurazione CompizConfig


Selezionate la scheda Effetti, poi fate clic su Animazioni.


Eliminate l'effetto Zoom già presente e fate clic su Nuovo.
Settate il nuovo effetto con i seguenti parametri, come mostra l'immagine (fate clic su di essa per ingrandirla):


Effetto: Lampada Magica
Durata: 300
Finestre: (type=Normal | Dialog | ModalDialog | Unknow)



Avrete questo risultato quando ridurrete ad icona le finestre...


Buon Ubuntu!

venerdì 3 dicembre 2010

Testando Ubuntu: molto meglio!

Oggi ho provato a testare la nuova build di ubuntu. E' migliorata di molto... Unity non si è mai bloccato e tutto funziona fluidamente. Davvero ottimo! Unica pecca: è impossibile avviare una sessione persistente con la chiavetta usb e compiz crasha quando si tenta di cambiare tema o aumentare gli effetti speciali.
Per il resto va tutto bene, finalmente sono riuscito anche a trovare il resto dei programmi in Ubuntu, che non erano presenti in Unity, cliccando sullo stemma di ubuntu in alto a sinistra. Allego alcune immagini che ho scattato con il cattura schermo durante il test di Ubuntu 11.04.

Galaxy su Ubuntu 11.04

Le applicazioni che ancora non sono state incluse in Unity. Raggiungibili cliccando sul simbolo di ubuntu in alto a sinistra, dove c'è il puntatore.

Il selettore finestre in Ubuntu 11.04
La scrivania di Ubuntu.

mercoledì 1 dicembre 2010

Testando Ubuntu...

Come detto nel precedente articolo, ieri, sono iniziate le sessioni di test per Ubuntu. Alle ore 16:34, c'era solo Kubuntu nell Iso Traker. L'ho scaricato e l'ho messo su chiavetta, per provarne la live.

Testando Kubuntu...
All'inizio tutto bene, si avvia normalmente e velocemente, senza intoppi. Provo ad aprire un po' di programmi, a creare cartelle, cestinarle... Tutto bene. Solo dopo, appare sulla barra un icona di notifica di apport, il programma per segnalare i crash, con scritto che un programma era andato in crash inaspettatamente. Faccio clic su apport per segnalare il bug e... Sorpresa. Apport resta inchiodata sulla barra, senza aprirsi. Provo più volte cliccando due volte, facendo tasto destro, apri, provando a riavviare: niente. Apport non vuole aprirsi. Do' un occhiata nell'Iso traker, per vedere se altri avevano riscontrato lo stesso problema. C'era solo una persona che l'aveva segnalato. Mi sottoscrivo al bug e chiudo Kubuntu.

Testando Ubuntu...
Riavviato Ubuntu, torno nell'iso Traker. Scopro che era uscita l'Alpha di Ubuntu. Anche se non fa parte delle mie adozioni, scarico comunque Ubuntu. L'impazienza di provare Unity è forte.
Appena scaricato lo metto su penna e riavvio il computer.
Appena avviato trovo la barra superiore a strisce nere e bianche. Un bel inizio... Pensando a un problema momentaneo e dovuto alla live vado avanti con i test e provo a navigare su internet. Tutto bene, ma la barra a strisce non scompariva.
Vado così nelle preferenze, per provare a cambiare tema per far scomparire la barra. E' ora che iniziano i problemi. Appena dentro alle preferenze Unity scompare, trascinando con se le barre del titolo delle finestre e la tastiera. Sì, la tastiera non funzionava più. Scorgo solo una finestra, dietro le preferenze dello schermo. E' apport, che mi chiede di segnalare il bug. Faccio Invia con il mouse e si presenta la finestra di login di Launchpad. Sono bloccato, non potendo inserire nome utente e password con la tastiera.
Provo a resettare il tema originale. Tutto torna funzionante. Segnalo quindi il bug su launchpad.
Un attimo dopo Unity e le barre del titolo scompaiono nuovamente. Segnalo un altro bug su launchpad, grazie ad apport. Rivado nelle preferenze (questa volta non avevo cambiato niente) e provo a ricliccare sul tema originale. Funziona tutto bene per un po' di minuti e poi, inspiegabilmente unity scompare.
Deluso esco da ubuntu e spengo il computer... L'Alpha di Ubuntu appare inutilizzabile.
Speriamo in un miglioramento nel prossimo rilascio di Ubuntu...

Insomma, Unity sembra ancora deludere. Magari potra' risultare funzionante nell'Alpha 2.
A breve allegherò anche il test di Mythubuntu, che sto scaricando in questo momento.

Buon Ubuntu!

martedì 30 novembre 2010

Natale si avvicina... Anche Ubuntu!


Il natale si avvicina... Ma anche Ubuntu! Oggi infatti è stata rilasciata al gruppo test la Alpha 1 di Ubuntu 11.04 (Natty Narwhal, il Narvalo Raffinato) e le sue derivate. Il gruppo test si sta dando da fare per testare tutte le versioni prima del rilascio al pubblico, che avverrà il 2 Dicembre. Ricordiamo che se volete contribuire, il gruppo test è sempre alla ricerca di nuovi volontari. Potete trovare ulteriori informazioni sulla home page del gruppo.  L'Alpha 1 non è una versione stabile quindi ne è sconsigliata l'installazione agli utenti meno esperti.
In Natty Narwhal, Gnome-Shell verrà sostituito con Unity, l'ambiente desktop già presente nella versione Netbook, come opzione predefinita. Molte saranno le novità previste ma, tranne Unity, non c'è ancora niente di concreto.
In attesa di novità, non mi resta che augurarvi buon test!

venerdì 26 novembre 2010

Set di Screensaver per Ubuntu con un solo comando


Gli screensaver predefiniti presenti in ubuntu non sono tanti, e ad alcuni potrebbero non piacere. Con un solo comando potrete scaricare un intero set di Screensaver sensazionali.
Per farlo digitate in un terminale questo:

sudo apt-get install xscreensaver-gl xscreensaver-gl-extra

Gli Screensaver verranno automaticamente installati nel menù, accessibile da Sistema - Preferenze - Salvaschermo.
Buon divertimento!

giovedì 25 novembre 2010

Nuovo motore database open source per la Sicurezza Sociale Francese


Del database open source per la gestione del sistema (DBMS) Postgresql, è il nuovo motore della "France's Caisse Nationale d'Allocations Familiales (CNAF)".
L'organizzazione, responsabile nel 2009 per circa 69 miliardi di euro di benefici distribuiti a 11 milioni di aventi diritto, all'inizio di quest'anno, ha sostituito i suoi DBMS proprietari con l'alternativa open source.
Secondo un comunicato, pubblicato a settembre dalla società Bull, che assiste CNAF, il sistema di PostgreSQL elabora quasi un miliardo di query SQL al giorno.

"La nostra scelta per PostgreSQL non è dovuta al fatto che il software sia open-source", ha detto Marc Pavie, il Vice Direttore dei Sistemi Informativi all'inizio della settimana. "Esso è tecnicamente ricco di DBMS, che includono delle caratteristiche di cui abbiamo bisogno. Ha livelli di prestazione e affidabilità in grado di soddisfare i nostri obbiettivi di produzione".

Tuttavia, Pavie dice che, il passaggio a PostgreSQL, permette all'organizzazione di ridurre i costi sulle licenze per un DBMS proprietario. "Questa è stata l'occasione per ridurre il budget delle licenze".  Il vice direttore dell'IT è fiducioso della comunità open source coinvolta nello sviluppo di PostgreSQL, questo porterà certamente un aumento di qualità.

La migrazione verso il DBMS open source è stata avviata nel 2008, spiega Bull nella sua dichiarazione. "In totale, ci sono voluti 18 mesi per eseguire la migrazione dei 168 database coinvolti, per un totale di 4 Terabyte di dati".

"Le regolari mansioni amministrative sono state automatizzate e la supervisione del sistema è effettuata utilizzando un soluzione open source, Nagios. Inoltre, nell'architettura è stata implementata la funzionalità "dual high-avability", con un sito remoto di bustiness recovery e servizi locali basati sulla continuità del servizio.

In accordo con l'azienda IT, PostgreSQL RDBMS e CNAF vengono eseguiti su server che utilizzano Red Hat Linux. Questi server sono in esecuzione su mainframe della società Novascale, che consente all'organizzazione di eseguire simultaneamente le applicazione Cobol su altre partizioni.

mercoledì 24 novembre 2010

Microsoft, Vendola e la Puglia... L'ennesima delusione


Riporto qui, dal blog di Marco un articolo che riguarda la puglia. Personalmente mi vergogno di essere pugliese...
Dal blog: http://marcosbox.blogspot.com/2010/11/vendola-e-la-puglia-si-accordano-con.html :



Da pugliese (sono foggiano) apprendo la triste notizia di un passo indietro nel campo dell'impiego di software  libero nella pubblica amministrazione della mia amata Puglia.
Questo pomeriggio "Regione Puglia e Microsoft Italia hanno siglato un Protocollo d’intesa che dà inizio ad un rapporto di collaborazione al fine di consolidare l’innovazione e l’eccellenza nell’ideazione, sviluppo e utilizzo delle tecnologie e delle soluzioni informatiche valorizzando il ruolo della Regione nelle relazioni dirette con i più grandi gruppi internazionali del settore."

In pratica la Puglia stringe la mano a Microsoft e si fa aiutare anziché preferire soluzioni alternative che prevedano l'uso di software libero.

Vi riporto per intero il comunicato stampa rilasciato dalla Regione Puglia

La collaborazione partirà da un’analisi congiunta delle discontinuità tecnologiche in atto e dello stato dell’arte in materia di ricerca e sviluppo informatico in Puglia, per continuare con iniziative in grado di favorire lo scambio di esperienze e di ‘best practice’ tra le imprese del territorio e gli enti locali. Uno dei punti più importanti del progetto è lo sviluppo di una sinergia per la costituzione di un Centro di Competenza che stimoli la ricerca applicata nell’area delle tecnologie della conoscenza, lo sviluppo delle eccellenze all’interno della Regione e l’adozione di soluzioni moderne per le imprese e le pubbliche amministrazioni. Inoltre, Regione Puglia e Microsoft Italia si impegneranno a facilitare l’accesso e l’utilizzo delle tecnologie informatiche presso tutto il mondo scolastico pugliese, valorizzando l’impiego di soluzioni IT per fini didattici e amministrativi, anche in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. “Con la sottoscrizione di questo Protocollo d’intesa - ha detto il presidente Vendola - vogliamo sperimentare concretamente la scelta della neutralità tecnologica. Da una parte dunque noi sottoscriviamo il protocollo con Microsoft, che ha accettato il nostro invito a sperimentare senza riserve la neutralità tecnologica, e dall’altro come giunta regionale la settimana prossima approveremo un disegno di legge sull’open source quale sistema di riferimento per l’e-government regionale.  L’obiettivo del Protocollo – ha concluso Vendola - è quello di rendere la Puglia una regione di riferimento anche nella sperimentazione di modelli evolutivi all’interno della relazione tra i sistemi informatici.Il futuro è nel cloud”.
“Crediamo nel valore della tecnologia per dare nuovo impulso alla creatività e siamo convinti che la tecnologia stessa rappresenti l’elemento principale in grado di far recuperare competitività all’Italia nei confronti delle altre nazioni europee” ha dichiarato Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. “Siamo anche sicuri che l’innovazione del Sistema Paese debba partire da progetti di eccellenza a livello locale che possano essere presi come modello e replicati su scala più ampia. L’obiettivo del Protocollo d’intesa firmato oggi con la Regione Puglia è quello di stimolare l’uso delle tecnologie anche attraverso il supporto delle centinaia di partner con cui lavoriamo sul territorio e di garantire interoperabilità e cooperazione fra le organizzazioni, siano esse pubbliche o private, per fare dell’innovazione la base su cui costruire il successo e la trasformazione non solo di una regione, ma anche di una nazione. In questo contesto, la nuova era del ‘cloud computing’ porterà indubbi benefici economici, sociali e culturali attraverso un nuovo modo di concepire l'informatica sul posto di lavoro. La Regione Puglia e L'Italia devono essere al passo con i tempi per cogliere appieno le opportunità tecnologiche e le ricadute occupazionali che ne scaturiranno”.
Ho evidenziato come potete vedere una parte del comunicato che risulta alquanto ambigua (in rosso). Da una parte si firma un accordo con la Microsoft e dall'altra si asserisce che la prossima settimana verrà approvato un disegno di legge sull'open source quale sistema di riferimento per l'e-goverment regionale?
È come dire "voglio la botte piena e la moglie ubriaca".

Non era forse meglio cercare di realizzare un accordo con un partner diverso che garantisca, senza scanso di equivoci, un impegno verso soluzioni open source?

Potrà mai un accordo con la Microsoft (monopolista del mercato) portare neutralità nella scelta delle soluzioni software da fornire così come viene asserito nel comunicato? Assolutamente no!

Inoltre, Regione Puglia e Microsoft Italia si impegneranno a facilitare l’accesso e l’utilizzo delle tecnologie informatiche presso tutto il mondo scolastico pugliese, valorizzando l’impiego di soluzioni IT per fini didattici e amministrativi, anche in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. 
ovvero la Microsoft fornirà soluzioni software nelle scuole e nella Pubblica Amministrazione?
A riguardo si è espressa anche l'Assoli, l'Associazione per il Software Libero che tramite uncontro comunicato rilasciato in mattinata, prima dell'accordo, ha così commentato:
La Regione Puglia attui politiche per il Software Libero
Comunicato stampa del 24 novembre 2010

Apprendiamo che il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, è in procinto di siglare questo pomeriggio a Roma un Protocollo d'Intesa con l’amministratore delegato di Microsoft Italia, Pietro Scott Jovane.
Obiettivo dichiarato dell'accordo, quello di «promuovere l’innovazione e l’eccellenza nell’ideazione, sviluppo e utilizzo delle tecnologie e delle soluzioni informatiche».
L'Associazione per il Software Libero esprime fermamente la sua più netta contrarietà ad un accordo di questo tipo, purtroppo l'ennesimo, tra una Pubblica Amministrazione ed un monopolista più volte condannato per abuso di posizione dominante sul mercato.
È poco comprensibile come il Presidente di un partito che afferma che «parlare di copyleft, di software libero, di neutralità della rete sia una necessità per un partito moderno, così come lo è parlare di lavoro, ambiente, economia e diritti civili» [1] possa, alla prova dei fatti, muoversi in direzione diametralmente opposta.
È poco comprensibile come chi si è fatto portavoce dei movimenti in favore della necessità di mantenere pubblico un bene fondamentale per la vita, quale l'acqua, non colga l'importanza di un analogo ragionamento per il software. La libertà del software non è questione che interessi solo tecnici, informatici o appassionati; al contrario, in una società ogni giorno più digitale la libertà del software riguarda da vicino la libertà dei cittadini e condiziona pesantemente la possibilità di
rendere concreti ed effettivi i diritti civili.
Il software deve essere libero. Per ragioni etiche, non tecniche.
Crediamo che una Pubblica Amministrazione commetta un grave errore politico siglando un Protocollo d'Intesa con Microsoft. Auspichiamo che il Presidente Vendola se ne renda conto e, conformando il proprio agire alle idee ed ai principi affermati, lasci cadere nel nulla il protocollo d'intesa che sta per sottoscrivere con Microsoft e, dopo più attenta riflessione, attui invece politiche di favore per il Software Libero, in linea con quanto già fanno altre regioni (come il Piemonte ed il Veneto)
più attente agli interessi collettivi. Solo il Software Libero può garantire lo sviluppo di un ecosistema locale di imprese, associazioni, realtà sociali con reale ricaduta sul territorio.
L'Associazione per il Software Libero si mette a completa disposizione dell'amministrazione regionale pugliese qualora decidesse di approfondire su questa tematica.
Renzo Davoli
Presidente dell'Associazione per il Software Libero
[1] http://www.sinistraeliberta.eu/vetrina/ecologia-della-conoscenza
Possibile che in Italia non si riesca mai a fare un accordo con partner che offrano soluzioni basate su software libero così come invece si fa in Europa?

Voi cosa ne pensate di questa ennesima sconfitta del softare libero nella pubblica amministrazione italiana? Siamo davvero alla frutta? Sarà mai possibile un futuro diverso?


Come avete potuto leggere i dubbi e le paure ci sono proprio perché dal comunicato stampa non viene specificato in nessun modo come Microsoft si prodigherà per mantenere una neutralità.

L'unica cosa che ci resta da fare ora è attendere un chiarimento sulla natura dell'accordo e sul motivo per il quale è stato preferito un accordo con un'azienda che fa dei software proprietari il suo modello di business a discapito di soluzioni gratuite come sta facendo il resto dell'Europa intera.

Ubuntu diventa una Rolling Relase?

The Register riporta che Mark Shuttleworth ha accennato al fatto che Ubuntu puotrebbe muoversi dalla suo attuale rilascio semestrale a qualcosa di molto più 'veloce'.

Pare che Shuttleworth abbia dichiarato alla stampa:
"Ora abbiamo un ciclo di rilascio semestrale, in un mondo orientato ad internet, dobbiamo essere in grado di pubblicare qualcosa ogni giorno. E' in questa direzione che bisognerà lavorare, nei prossimi cinque anni. I piccoli passi li stiamo compiendo ora nel Software Center, andrà più veloce di quanto la gente avrebbe immaginato in passato."

Ma, cos'è una Rolling Relase Distro?
Rolling Relase significa che non è necessario eseguire l'aggiornamento o l'installazione pulita ogni volta che esce una nuova versione. Tutto viene fatto attraverso gli aggiornamenti, si riduce anche la necessita di aggiungere PPA supplementari, per ottenere gli ultimi aggiornamenti del software quando viene aggiornato all'ultima versione anche il sistema operativo.
Alcuni esempi sono Gentoo, Arch, PCLinuxOS, Foresight Linux e i suoi rami in sviluppo come Mandriva Cooker, openSUSE Factory, Fedora Rawhide e i test di Debian.

Nulla di ufficiale, è stato formalmente annunciato per quanto riguarda la variazione del ciclo di sviluppo.

Galleria di Wincrash


Oggi vi presento un ottimo sito, che raccoglie immagini e descrizioni dei più strani errori di Windows. Questo per dimostrarvi quant'è "sicuro, affidabile e duraturo" il sistema operativo di casa Microsoft.
Il link è questo: http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/galleria_crash.htm
Divertitevi!

Wayland su Ubuntu 10.10



Sam 'smSpillaz' Spilsbury ha pubblicato su OMG Ubuntu un video di Wayland, il nuovo server grafico che sostituirà X11, in esecuzione su Ubuntu 10.10 circa una settimana fa. E' un video informativo, grazie a Sam potremmo sapere in dettaglio cosa accadrà sullo schermo...

Siamo di più dell'1% (?)



Rivolgo a voi un post che ho trovato sul blog di Dario Cavedon. E' un interessante progetto, per contare gli utilizzatori di Linux nel mondo. Le fonti ufficiali dicono che sono l'1%... Il progetto nasce per dimostrare al mondo che sono molti di più...


Le persone che usano GNU/Linux si domandano spesso:
"Ma quante sono le persone che usano GNU/Linux?"
Personalmente, mi domando spesso:
"Ma quante sono le persone che si domandano spesso quante persone che usano GNU/Linux?"

La prima delle due, è delle domande che più angoscia l'utilizzatore finale di GNU/Linux. Per dare un pallida idea del vuoto che si prova, l'angoscia è almeno pari a quella di chi si pone la domanda:
"Siamo soli nell'Universo, o esistono altre forme di vita intelligenti?"

In effetti, le statistiche ufficiali danno l'uso di Linux attorno all'1% nel mercato desktop.
Tanti o pochi?
Beh, pochissimi!
Una mia personale statistica (artigianale) basata sulle statistiche di accesso a Wikipedia, dava Linux ben sopra l'1%. Bisogna dire però che quest'ultima in effetti è "falsata" dalla crescente diffusione di telefonini cellulari con sistema operativo Android.

Dudalibre 

Dudalibre.com è un forum per dare aiuto e assistenza per chi usa Linux. Da qualche tempo ha lanciato l'iniziativa, "We are more than 1%", volta a dimostrare che le persone che usano Linux sul proprio computer sono molte di più dell'1%.

Per farlo, basta registrarsi inserendo la propria email e distribuzione sul piccolo modulo. Al momento, si sono registrare 388.000 persone di cui 3.360 dall'Italia (pochissimi!).


Linux counter

In realtà un altro progetto "storico" di conteggio di Linux già esiste da anni. Si tratta di "Linux Counter".

Registratevi!

Consiglio a tutti di registrarsi sia su uno che sull'altro sito, magari così mi sentirò meno solo, nell'Universo.
Grazie di cuore :-)


Link:

Iniziativa "We are more than 1%" su Dudalibre.com
Mio post su mia statistica artigianale sull'utilizzo di Linux 
The Linux Counter

martedì 23 novembre 2010

Photoshop CS5 su Ubuntu



Avete sempre sognato di utilizzare il noto "editor" grafico della Adobe su linux? Ora potete provarlo anche senza usare Crossover. Vi basterà avere una connessione ad internet e un sistema operativo Ubuntu, a partire dalla 10.04. (Nel software presente in questo articolo, la licenza è gia' inserita. Cio' vuol dire che potrete attivare fin da subito il vostro Photoshop, senza pagare. Il software è solo a scopo dimostrativo...)
Iniziamo... Aprite il software center e installate Wine, un programma per emulare i file di sistema di Windows, per consentire ai programmi che girano su Windows di partire in Ubuntu. Per far funzionare photoshop avrete bisogno di una .dll. La potete scaricare qui. (scegliete il download lento "slow download). Ora che avete la dll, scompattatela. Andate in Applicazioni - Wine - Esplora unità C: e incollate la .dll (già scompattata). Ora vi servirà il vero Adobe Photoshop, che potete trovare qui. (Scegliete dowload regolare e inserite i caratteri visualizzati). Finito il download estraete il file Photoshop_CS5_Portable.exe contenuto del file RAR, in una cartella a piacimento. Cliccate con il tasto destro del mouse sul file e selezionate "Apri con Wine".  (se viene segnalato un errore di esecuzione, selezionate il file con il tasto destro del mouse e selezionate il menù a tendina  ->Proprietà->Permessi, dove inserirete il flag sulla voce  “Consentire l’esecuzione del file come programma“).
A questo punto andate avanti finche il processo di installazione vi chiederà dove installare il programma. Installatelo in C: - Programmi (o program files, a seconda della versione di Wine). Aspettate qualche minuto e avrete il vostro Adobe Photoshop CS5 gratis, su Ubuntu!


Personalmente però vi consiglio di usare Gimp, un programma di grafica Open Source che potrete trovare nel Software Center.

lunedì 22 novembre 2010

Il Bloggatore





                                                                 http://www.ilbloggatore.com
Girando per il web, ho scoperto un interessante servizio chiamato "Il Bloggatore". Esso è un aggregatore di blog che trattano di informatica, di software, di sicurezza, di grafica ecc...
Per citare le parole sul sito "si tratta di un aggregatore di feed on line, orientato a tutti quei blog che trattano argomenti legati al mondo dell’informatica! L’obiettivo fondamentale è la divulgazione e la diffusione di informazioni utili per gli appassionati di Linux, Windows, Mac, Sicurezza, Grafica, ecc.!

Inoltre, un aggregatore di feed on line consente di aumentare la visibilità dei blog che vi sono iscritti, consentendo a tutti coloro che possiedono dei propri blog (come anche noi) di avere a disposizione una sorta di “finestra virtuale” grazie alla quale entrare maggiormente in contatto con chi vuole leggere le notizie pubblicate al loro interno."
Un interessante servizio non solo per aumentare la visibilità dei blog, ma anche per avere un aggiornamento completo sulle tante novità in campo tecnologico e informatico. Ce ne sono migliaia... Per rendersi conto basta vedere la pagina dei blog iscritti http://www.ilbloggatore.com/blog-iscritti/
Buona lettura!

sabato 20 novembre 2010

Trasformare Ubuntu in un Mac



Avete sempre sognato di avere un Mac? Ora potete personalizzare il vostro Ubuntu per trasformarlo in un Mac. Non dovrete fare tutto manualmente. A lavorare per voi ci penserà Macubuntu, un pacchetto che, una volta avviato, trasforma il vostro Ubuntu in un ambiente grafico Mac. Completo di animazioni ed effetti sonori più la barra classica del Mac.
Il pacchetto è scaricabile qui:
http://sourceforge.net/projects/macbuntu/
Una volta scaricato estraete tutto in una cartella e cliccate su install.sh. Vi apparirà una finestra dove dovrete scegliere "Esegui nel Terminale". Vi appariranno una serie di domande. Rispondete secondo i vostri gusti ed andate avanti. In pochi minuti il vostro ubuntu si sarà trasformato in un mac.
Se non vi piacesse potete disinstallare il pacchetto semplicemente cliccando sul file unistall.sh, presente nella cartella.
Buon Ubuntu!

giovedì 18 novembre 2010

Rilasciato Trasmission 2.12




E' stata rilasciata la versione 2.12 di Trasmission, il popolare gestore di torrent per Ubuntu.


Nella nuova versione sono stati corretti diversi problemi, fra cui:
- La lista degli URL bloccati è ora configurabile dall'utente
- Miglioramento velocità della CPU
- Utilizzo di banda inferiore nei messaggi DHT
- Risolto il problema dei sistemi uClibc
- Il bug per prevenire l'ibernazione del sistema mentre l'applicazione è in esecuzione è stato corretto.
Potete leggere il registro completo qui.




Download/Aggiornamento
L'aggiornamento tramite PPA è semplice. Per farlo digitate su terminale:


sudo add-apt-repository ppa:transmissionbt/ppa

sudo apt-get update && sudo apt-get install transmission

mercoledì 17 novembre 2010

Ubuntu one integrato con Shotwell



 Una fra le molte grandi caretteristiche proposte* per Ubuntu 11.04 riguarda l'integrazione fra Ubuntu One e Shotwell, il noto gestore di foto.
Ecco alcuni esempio che l'unione potrebbe fornire:
 * Le foto sincronizzate con Ubuntu One saranno automaticamente disponibili in Shotwell
 * Gli utenti potranno sincronizzare degli album di foto in Shotwell con Ubuntu One
 * Le foto in Shotwell potranno essere condivise attraverso le funzionalità di pubblicazione e condivisione dell'Ubuntu One.
Il supporto per i video** in Shotwell e la loro sincronizzazione sembra troppo, per Natty.

* Non tutto è garantito per Natty, sono solo dei progetti e delle proposte.
**video registrati con videocamera, non da 20 GB.

mercoledì 10 novembre 2010

La cappella sistina in 3D

Sul sito del vaticano è possibile ammirare in 3D la Cappella Sistina, una delle più grandi meraviglie italiane. E' davvero impressionante ingrandire le immagini a schermo intero (con F11 in Chrome e Firefox)... Figuriamoci come sarà andarci dentro dal vivo. Nell'attesa, accontentiamoci della simulazione, disponibile qui:




E' possibile muoversi all'interno con i tasti frecca ed ingrandire e rimpicciolire con la rotella del mouse.

Fonte

martedì 9 novembre 2010

Firefox festeggia i suoi 6 anni


Oggi, Firefox festeggia il suo sesto compleanno: la sua prima edizione, Firefox 1.0, fu rilasciata il 9 novembre 2004.
In 6 anni (quasi la meta' dei 15 di Internet Explorer) la "Volpe di Fuoco" è diventata uno dei più importanti progetti open source, per dare agli utenti del mondo un'esperienza di navigazione stabile, veloce e sicura.
Dal suo lancio, è diventata un esempio del potere e del successo che l'approccio Open Source puù raggiungere.

Buon compleanno Firefox!

I raggi X compiono 115 anni

I raggi X, ieri, compirono 115 anni. L'8 novembre del 1895, infatti, il fisico Conrad Roentgen scoprì casualmente l'esistenza della radiazione, invisibile ma ancora più potente della luce visibile. A ricordare l'anniversario ci ha pensato Google, con il suo nuovo logo personalizzato:


venerdì 5 novembre 2010

Banshee: lettore audio predefinito in Ubuntu 11.04

Banshee sarà il lettore musicale predefinito in Ubuntu 11.04 a condizione che i problemi relativi allo spazio sul CD di installazione siano risolti. L'ipotesi, discussa la scorsa settimana all'Ubuntu Developer Summit, dovrà trovare qualche compromesso per l'elevato numero di plugin forniti nell'impostazione predefinita di Banshee. Il supporto per l'UPNP, la facilità nell'installazione dei codec, le correzioni per l'Ubuntu One Music store, l'indicatore del volume, sono tutti problemi che dovranno essere affrontati. In particolare, la mono-icona di Banshee comparirà nel menù audio. Come da tradizione, in Ubuntu sarà aggiunta una voce di menù descrittiva del programma, in questo caso "Banshee Music Player". Questa convenzione sul nome non apparirà in nessun'altra parte dell'applicazione.

sabato 30 ottobre 2010

Ubuntu: nuovo tema di icone

Anche se la grande novità nel discorso di apertura di Mark Shuttleworth all'Ubuntu Developer Summit è stata Unity, egli ha anche accennato alla creazione di un nuovo tema di icone in Ubuntu, che sarà in armonia con gli attuali temi Ambiance e Radiance. Il set di icone non sarà completamente finito in Ubuntu Natty. Si prevede il suo rilascio con Ubuntu 12.04. Lo sviluppo del set di icone procede in modo simile a quello del Font Ubuntu, con test accurati, commenti, fino a renderlo perfetto per il rilascio.
Mark ha discusso, con l'enfasi degli utenti, sulla possibilità che parte del nuovo set di icone potra farsi strada in Natty.
In che capacità e in che contesto? Lo scopriremo nei prossimi 6 mesi...

venerdì 29 ottobre 2010

Pastie: la cronologia degli appunti

Pastie è un piccolo applet per la gestione degli appunti. Con esso potrete avere libero accesso, in qualsiasi momento, alla cronologia degli appunti. Esso vanta di una modesta serie di preferenze configurabili, fra cui le dimensioni, le opzioni per impostare le scorciatorie da tastiera e modifiche minori all'interfaccia dell'applet stesso. Potete scaricarlo digitando nel terminale:

sudo add-apt-repository ppa:hel-sheep/pastie

sudo apt-get update && sudo apt-get install pastie

giovedì 28 ottobre 2010

Ubuntu 11.04: Unity come desktop predefinito




Nel suo discorso all'Ubuntu Developer Summit, Mark Shuttleworth ha annunciato che Ubuntu 11.04 utilizzerà una nuova versione desktop di Unity, nell'ambiente desktop di default. Unity verrà installato a agli utenti con l'hardware supportato (la compatibilità è assicurata nella maggior parte dei casi). La gestione delle finestre, le prestazioni e una migliore accessibilità saranno gli obbiettivi fondamentali per Unity, durante il ciclo di sviluppo di Natty. Un attenzione particolare sarà dedicata alla gestione dei file: Shuttleworth definisce "spigolosa" la vecchia versione. Il nuovo Unity aggiungerà funzioni mancanti, e soprattutto migliorerà l'interfaccia utente, che molti consideravano scomoda. Gli sviluppatori saranno in grado di creare degli spazi extra da aggiungere alla barra e di introdurre la funzionalità multi-touch, utilizzando il framework uTouch.
Nella nuova versione Unity utilizzerà Compiz, invece di Mutter, per gli effetti grafici.

mercoledì 27 ottobre 2010

La prima pubblicità di Ubuntu

E' stato creato dal team inglese il primo video per pubblicizzare Ubuntu.
Esso è stato usato da Mark Shutterworth come apertura per l'UDS (l'Ubuntu Developement Summit.
Chissa' se a breve riusciremo a realizzarne anche uno in italiano...
Allego il video:



domenica 24 ottobre 2010

Nuova versione di Elementary



Il popolare tema per Gnu/Linux Ubuntu "Elementary" è giunto alla versione 2.5. Elementary porta con se molti cambiamenti, miglioramenti e nuove funzionanità. L'aggiunta più interessante nella versione 2.5 è il nuovo stile "Dark", completo con dei menù altrettanto scuri.



Il tema del pannello è stato completamente riscritto per questa ultima versione con meno pixmaps, usando il motore "Murrine". Anche il leggero browser Midori e l'editor di testi Gedit aquisiscono nuovi stili per migliorare la loro integrazione con Elementary.



Nautilus vanta invece un nuovo ed elegante stile "bredcrumb".


Icone
Sul fronte delle icone abbiamo:
una nuova icona per il browser Web Google Chrome
Un'icona per i vari telefonini Android
Una nuova e migliorata icona di mime.
Altro
Il tema del pannello è stato riscritto per utilizzare meno pixmaps e "più Murrine".
Il motore Equinox è stato eliminato.
Download
Come sempre, l'ultima versione del tema Elementary e il suo set di icone puoi essere installato digitando nel terminale

sudo add-apt-repository ppa:elementaryart/ppa
sudo apt-get update && sudo apt-get install elementary-theme

Alternativamente, potete scaricare il tema dal sito DevianArt

venerdì 22 ottobre 2010

Rilasciata Alpha di Opera



 Il rilascio della prima alpha del browser Opera  è disponibile.

Estenzioni

Insolitamente, il punto di forza di questo nuovo rilascio non è la velocita, ma l'introduzione delle  estenzioni.
Le 14 estenzioni sono disponibili, al momento di scrittura, all'indirizzo https://addons.labs.opera.com/addons/extensions/
L'intallazione e l'interfaccia grafica di Opera è quasi identica a quella di Google Chrome/ium_


image
Installazione nuove estenzioni
image
Interfaccia grafica Opera
Download
Potrete scaricare l'alpha di Opera ai seguenti indirizzi:


lunedì 18 ottobre 2010

System 76: Starling neetbook senza Ubuntu Unity

 

 

System 76: Starling neetbook senza Ubuntu Unity

System76, la società che invia al Gruppo Promozione gli stickers per distribuirli in Italia, ha comunicato che Ubuntu Netbook Edition 10.10 non verrà utilizzato nella popolare linea di Starling Netbook. Il presidente, Carl Richell, afferma che l'interfaccia di nuova generazione, Unity, ha troppi "spigoli" per fornire all'utente un'esperienza reattiva. L'annuncio di Richell sul forum di Ubuntu, esprime la sua opinione sulla corrente usabilità di Unity:

" ... La durezza di Unity è evidente: l'interfaccia è lenta e in molti casi confonde l'utente. Le applicazioni si aprono lentamente e la ventola gira più velocemente e l'applicazione Mutter si blocca. "


Infatti System76 è costretto a ritirare dai suoi clienti la sua nuova creazione. E per il futuro? Il presidente Richell rimane ottimista:
"System76 renderà disponibile Unity in un successivo rilascio di Ubuntu, dove raggiungerà il suo massimo potenziale. Abbiamo ogni fiducia nelle capacità degli sviluppatori di Ubuntu, per creare i migliori software del mondo."

ShipIt, aperte le ordinazini per i CD di Ubuntu



Ubuntu ShipIt, il servizio che fornisce gratuitamente i CD di Ubuntu nelle versioni Desktop e Server agli utenti con poca banda, con connessione a internet intermittente o che per vari motivi, non sono in grado di scaricare da Internet l'ultima versione di Ubuntu, ha aperto le ordinazioni dei CD.
Sarà quindi possibile farsi spedire a casa gratuitamente un CD di Ubuntu 10.10, che arriverà sei - dieci settimane dopo l'ordine.

I costi dei CD, per gli sfortunati utenti che non dispongono di un download rapido, sono elevati. L'iniziativa 'Aiuta ShipIt', consente agli utenti di contribuire a queste spese, donando una somma di denaro per rendere Ubuntu accessibile a tutti.
Ulteriori informazioni su "Aiuta ShipIt" e su come ordinare i CD di ubuntu sono disponibili alla seguente pagina.

sabato 16 ottobre 2010

Ubuntu 11.04: il prossimo animale sara' un Narvalo

L'articolo  proviene dal sito http://dariocavedon.blogspot.com/

Sogno di una notte di mezz’estate.

Notte a Londra.
Poche macchine per la strada, anche a Piccadilly Circus. Qualche topo dalle dimensioni preoccupanti contende la spazzatura alle pulitrici automatiche che lavano rumorosamente la strada.
L’aria è calda, come lo può essere solo una metropoli d’estate.
Alla sede delle Munifica Azienda Informatica, una sola luce accesa.
Alla sua scrivania, il Genio del Bene lavora da settimane a un solo progetto.
Niente lo può distrarre: il Blackberry è sepolto nel cassetto, il computer è spento, tutti gli appuntamenti cancellati.
Davanti a lui, solo 2 libri, un dizionario della lingua inglese e l’annuario della rivista “Nature”.
Ogni tanto si alza dalla sedia per prendere un caffè dal distributore automatico
Dalla finestra scorge un piccolo tratto dell’Umanità che dorme.
“Un giorno tutto questo sarà mio!”.
A un tratto l’illuminazione.
Torna alla scrivania e scrive velocemente su un foglietto il nome della Creatura Fantastica, che prenderà vita di lì a pochi mesi: sarà Natty Narwhal!
“Bene! Adesso viene il difficile:  trovare una spiegazione intelligente a questo nome”. 
Si rimette al lavoro, accende il computer e comincia a scrivere sul suo blog.

(Nota: il racconto è frutto della fantasia dell’autore, ogni fatto o persona realmente esistenti è da ritenersi casuale).

Sogno o son desto?

Il narvalo

Divagazioni a parte... Ubuntu 11.04, che sarà rilasciata ad Aprile 2011, avrà come nome in codice appunto “Natty Narwhal”, che si può tradurre in “Narvalo Raffinato”.
Il narvalo è un cetaceo, che è “as the closest thing to a real live unicorn” (quanto di più vicino a un vero unicorno). Come l’animale mitologico, il narvalo ha infatti un corno (un dente) che gli sporge dalla testa.

Il richiamo al narvalo, essendo un’animale a rischio estinzione, è un esplicito richiamo alla alla filosofia Ubuntu "io sono quel che sono per merito di ciò che tutti siamo", che in questo contesto comprende non solo l’Umanità, ma anche il Pianeta che la ospita, la Terra, sua Casa Natale, che in questi ultimi anni ha sempre più bisogno della nostra attenzione.

Nel concreto, le novità principali che distingueranno questo rilascio, saranno incentrate su:
  • Design: saranno sfruttate le migliori caratteristiche delle moderne schede grafiche, per spremere quanto di meglio (ed elegante) si possa avere, senza però rinunciare alla solidità di base.
  • Processori: Ubuntu 11.04 girerà anche su altri processori (ARM), che consentono un risparmio energetico, e quindi oltre ad essere l’ideale per cellulare e dispositivi mobili, hanno un occhi di riguardo per l'ambiente.
Con la scelta del nome, inizia a tutti gli effetti il ciclo di rilascio di Ubuntu 11.04, quindi... benvenuto Natty! Sentiremo ancora parlare di te! :-)


Fonte